Yin-Yang

Yin e Yang sono entità distinte ma non separate del Dao, l’entità indifferenziata, sono due espressioni differenti e complementari che si generano a vicenda, non opposte ma integrate;  ogni fenomeno ha in se sia energia Yin sia energia Yang; all’interno dello Yin è presente il seme dello Yang, all’interno dello Yang quello dello Yin. Il loro simbolo è il Taijitu. 

Yin e Yang sono entità interdipendenti, attributi di fenomeni, oggetti ed entità, in senso di contrapposizione o complementarietà riguardando quindi fenomeni contrapposti per le loro caratteristiche o due aspetti complementari dello stesso oggetto o individuo.

L’energia Yang è sottile, invisibile, rarefatta che tende verso l’alto; l’energia Yin è materiale, tangibile, densa che tende verso il basso. L’energia Yang da origine al Cielo, l’energia Yin alla Terra. L’interazione tra queste due Energie conduce altresì alla formazione di ogni fenomeno naturale e quindi anche dell’Uomo.

Nell’universo tutto è analizzabile e descrivibile rispetto alla sua natura e ai suoi attributi in base alla teoria Yin-Yang. Yin e Yang sono divisibili all’infinito, e questo permette di attribuire sfumature diverse a ogni Movimento. Allo stesso tempo Yin e Yang sono opposti e si controllano reciprocamente ma sono anche capaci di tramutarsi l’uno nell’altro e di alimentarsi reciprocamente.

ESEMPI DI PARTI DEL CORPO YIN E YANG
Yin Tronco, interno del corpo, Zang, sangue e fluidi corporei, parte inferiore del corpo, superficie interna degli arti, porzione anteriore del corpo.
Yang Testa, superficie corporea, Fu, Qi, parte superiore del corpo, superficie esterna degli arti, porzione posteriore del corpo.
ESEMPI DI TRATTI DI PERSONALITÀ YIN E YANG
Prevalenza di Yin e/o carenza di Yang Introversione, preferenza per la quiete, la riservatezza e la riflessione.
Prevalenza di Yiang e/o carenza di Yin Estroversione, preferenza per ambienti vivaci,  socializzazione e azione.
PROPRIETÀ ED ESPRESSIONI DI YIN E YANG
Yin Discendente, freddo, inibitorio, inferiore, interno, mediale, materiale, nutriente, pesante, pieno, ombreggiato, statico, buio, femminile, luna, notte, oscuro, passivo, freddo, negativo, nord, ovest, terra, acqua.
Yang Ascendente, caldo, stimolante, superiore, esterno, laterale, funzionale, riscaldante, leggero, cavo, illuminato, dinamico, luce, maschile, sole, giorno, chiaro, attivo, caldo, positivo, sud, est, aria, fuoco.
MANIFESTAZIONI PATOLOGICHE DI DI YIN E YANG
Prevalenza di Yin e/o carenza di Yang Patologie croniche, comparsa o aggravamento serale dei sintomi, stanchezza e affaticamento, umidità, temperatura fredda, apatia, ipoattività, muscolatura ipotonica, mancanza di sete, pallore, flaccidità, ripiegamento su se stessi, lingua pallida, polso vuoto, pressione arteriosa bassa.
Prevalenza di Yang e/o carenza di Yin Patologie acute, comparsa o aggravamento diurno dei sintomi, insonnia, secchezza, temperatura calda, inquietudine, iperattività, muscolatura ipertonica, sete, rossore, rigidità, iperesteso, lingua rossa, polso pieno, pressione arteriosa alta.

Le normali attività del corpo umano dipendono continuamente da un armonico rapporto tra Yin e Yang. La relazione tra la funzione metabolica (Yang) e l’assunzione di substrati energetici (Yin) è l’esempio più evidente che questa interazione riguarda tutti gli elementi e costituenti universali.

L’alterazione del normale equilibrio Yin-Yang rappresenta una causa di disarmonia e potenzialmente di malattia. Yin e Yang formano una entità che, se equilibrata corrisponde allo stato di salute e se disarmonica indica la presenza di malattia. L’esame della relazione tra Yin e Yang costituisce un elemento fondamentale nei processi diagnostici e terapeutici.

Anche i fattori patogeni hanno una natura Yin-Yang: vento, calore e secchezza sono di natura Yang, mentre umidità e freddo sono di natura Yin. La pienezza o il vuoto di Yin-Yang, a seconda del Movimento/Zang coinvolto, si traduce in una malattia da pienezza o da vuoto. La pienezza e il vuoto sono sempre relativi a una condizione di equilibrio.

Poichè gli stati dello Yin e Yang sono interdipendenti, la prevalenza di uno dei due può essere assoluta (dovuta a eccesso patologico di Yin o di Yang) o relativa (dovuta a difetto patologico dell’energia complementare Yang o Yin).

QUADRI DI PIENEZZA E VUOTO ASSOLUTI E RELATIVI DI YIN E YANG
Pienezza di Yin senza vuoto di Yang Freddo assoluto  Arti freddi, debolezza, ripiegamento su se stessi, riduzione del dolore con l’applicazione di calore, lingua pallida, polso lento.
Pienezza di Yang senza vuoto di Yin Caldo assoluto Irrequietezza, cefalea, irritabilità, aumento del dolore con l’applicazione di pressione, lingua rossa, polso pieno.
Vuoto di Yin senza vuoto di Yang Caldo da vuoto di Yin Sudorazione notturna, calore ai cinque palmi (estremità degli artie al centro del petto), insonnia, lingua rossa, polso rapido e sottile.
Vuoto di Yang senza vuoto di Yin Freddo da vuoto di Yang Stanchezza, debolezza, dolore che migliora con l’applicazione di calore e di pressione, lingua pallida, polso lento e debole.

Conseguenze del perdurare della pienezza di Yin-Yang

L’eccesso di Yang consuma lo Yin e si traduce quindi in una patologia Yin. L’eccesso di Yin consuma lo Yang e si traduce quindi in una patologia Yang.

Conseguenze del perdurare del vuoto di Yin-Yang

Il vuoto di Yang può essere tale da non poter più generare Yin, e ne segue una carenza contemporanea di Yin e Yang.

Rilevanza della corretta attribuzione dei sintomi a carenza o eccesso di Yin o Yang assoluti o relativi ai fini della diagnosi e dellaterapia

La diagnosi non può prescindere dall’inclusione di considerazioni in merito allo stato energetico (pienezza e vuoto) di Yin e Yang e così pure la terapia deve essere orientata a tonificare, in caso di vuoto e a disperdere in caso di pienezza, al fine di ristabilire gli equilibri energetici.

Le sindromi da pienezza di Yang e Yin che non hanno determinato un indebolimento dell’energia complementare andrebbero trattate disperdendo l’energia in eccesso. Per contro le sindromi da pienezza che derivano da un vuoto dell’energia complementare andrebbero trattate tonificando l’energia carente, poiché per il principio per cui Yin e Yang si nutrono reciprocamene anche la tonificazione di una energia può portare alla tonificazione dell’energia complementare.

Relazione Yin-Yang

  • Sono qualità opposte, l’uno non può esistere senza l’altro, possono essere distinti ma non separati
  • Non esistono mai in isolamento: tutto contiene sia aspetti Yin che Yang, anche l’estremo Yang contiene il seme di Yin e viceversa
  • Non esiste mai un equilibrio statico (50/50) ma sempre una relazione dinamica
  •  Un elemento non può essere Yin o Yang in assoluto, poichè deve essere valutato in termini relativi e quindi può essere prevalentemente Yin oppure Yang
  • Si consumano reciprocamente: lo Yin estremo (freddo/umido) spegne lo Yang (fuoco), lo Yang estremo (fuoco) brucia ed esaurisce lo Yin (acqua)
  • Si trasformno l’uno nell’altro: lo Yin estremo si trasforma in Yang e viceversa