Le cinque energie perverse

Per energie perverse si intendono cinque condizioni riferite all’energia cosmica. Non ci si deve quindi far ingannare dai termini che corrispondono a condizioni atmosferiche, infatti queste energie sono sia esterne che interne al soggetto.

Tali condizioni sono:

il Vento che corrisponde al Legno (Fegato/Cistifellea)

il Calore che corrisponde al Fuoco (Cuore/Intestino tenue)

l’Umidità che corrisponde alla Terra (Stomaco/Milza-Pancreas)

il Secco che corrisponde al Metallo (Polmone/Intestino crasso)

il Freddo che corrisponde all’Acqua (Rene/Vescica).

Quando lo stato dell’energia cosmica è sovvertito o turbato (ad es. vento e freddo in estate, caldo in inverno) in presenza di uno squilibrio energetico del soggetto e ridotta capacità difensiva, l’energia anormale sia esterna, penetrando nel corpo, sia interna, altera la circolazione fisiologica del Qi causando la comparsa della malattia.

I punti di penetrazione dell’energia perversa esterna e quelli di sviluppo dell’energia perversa interna presentanouna dolorabilità spontanea o alla palpazione.

Il trattamento delle malattie esterne si basa sulla rimozione della energia perversa, mentre per quelle interne la terapia si basa sulla tonificazione della energia interna, del Qi individuale.