Gli stili dell’agopuntura

Nei paesi dell’estremo oriente, in particolare nella Cina continentale e Taiwan, in Corea e Giappone, i principali metodi terapeutici della medicina tradizionale sono l’agopuntura, la moxibustione, la coppettazione, la fitoterapia, massaggi e terapie manuali (Tuina, Chuna, Shiatsu etc.) e il controllo dell’alimentazione. La pratica di questi metodi ha avuto origine in Cina circa 3.000 anni fa, si è successivamente diffusa in Corea e in Giappone e successivamente in tutto il mondo. In ogni paese, sulla base di comuni  principi originati in Cina, si sono diversificati stili diagnostici e terapeutici regionali, in seguito a differenze nell’evoluzione storica e culturale di ciascun paese.

I principi della medicina tradizionale orientale sono sempre più apprezzati  in Occidente specialmente ad integrazione dei trattamenti allopatici. Prima che la cultura occidentale penetrasse in Asia orientale la medicina tradizionale era il principale sistema utilizzato per il trattamento delle malattie; anche oggi la medicina tradizionale rappresenta circa il 40% di tutte le prestazioni sanitarie erogate e viene utilizzata per curare oltre 250 milioni di pazienti ogni anno. Inoltre la medicina tradizionale è insegnata nell’ambito dei corsi di laurea in medicina ed il suo uso è previsto nei sistemi sanitari nazionali, per cui, in alcune regioni, fino al 70% dei medici allopatici prescrive la fitoterapia oltre a praticare l’agopuntura come terapia complementare.

L’agopuntura praticata nell’ambito della medicina cinese “classica” rappresenta il modello tradizionale. È praticata utilizzano grandi aghi, spesso inseriti in profondità in punti diversi del corpo e talora ruotati, delicatamente, in modo che il paziente avverta la sensazione della dinamizzazione energetica. È basata sui principi originari e fondamentali, è la forma più praticata, seguendo una vasta gamma di tecniche e protocolli di tratmento.

L’agopuntura praticata a Taiwan si basa su un sistema molto diverso e la maggior parte dei punti è in prossimità delle ossa, articolazioni e nervi ed è efficace nella risoluzione rapida di disturbi muscolo-scheletrici.

L’agopuntura giapponese è per sua natura delicata, l’esame del paziente richiede la palpazione superficiale e profonda del corpo mentre scarsa o nulla rilevanza viene data all’ispezione visiva. È praticata con un numero molto limitato di aghi sottili, con inserimento poco profondo e producendo il massimo effetto con una stimolazione minima.

L’agopuntura coreana è fondata su tecniche di agopuntura cinese e giapponese, e tecniche originali, con un rilevante uso della teoria dei Cinque Movimenti e un’attenzione alla costituzione fisica nell’applicazione dei trattamenti. È spesso basata sull’uso di soli quattro aghi, due con azione di dispersione e due di tonificazione.

L’agopuntura secondo lo stile dei Cinque Movimenti si avvicina allo stile Giapponese ed è ampiamente basata sulla ricerca dei fattori psichici all’origine della malattia. Questo stile molto diffuso in occidente per merito di J.R. Worsley, richiede una formazione specifica seppure sia fondato sui principi generali dell’agopuntura.

L’agopuntura della mano e quella auricolare si fondano sulla rappresentazione, in questi due organi di microsistemi rappresentativi di tutto il corpo. All’interno di questi sistemi è possibile diagnosticare e trattare le patologie in qualsiasi organo.